image_pdfimage_print

Le azioni strapotenti di Dio compiute nella nostra storia

Siamo vicini al Venerdì santo e alla Pasqua, ai giorni delle azioni strapotenti compiute da Dio nella storia; delle azioni nelle quali il giudizio di Dio e la grazia di Dio divennero visibili a tutto il mondo: giudizio in quelle ore, in cui Gesù Cristo, il Signore, pendette dalla croce. Grazia in quell'ora, in cui la morte fu inghiottita dalla vittoria. Non gli uomini hanno fatto qui qualcosa, no, soltanto Dio lo ha fatto. Egli ha percorso la via verso gli uomini con infinito amore. Ha giudic...
Di più

Dio si è fatto uomo

"Noi diciamo che Tu devi di nuovo venire, ed è vero, ma non è propriamente un "nuovo" venire; poiché, nell'umanità che hai assunto in eterno per tua, non ci hai mai lasciato". (Karl Rahner)   Il Natale è Dio che si fa Dono   Il Natale di Gesù di Nazareth, in senso stretto, non è un fatto "religioso". Per religione, infatti, si intende il culto, i riti, le azioni che l'uomo "fa" per stare alla presenza di Dio. Ma l'uomo non fa nulla, fa tutto Lui! Questa è la vera novità: non qualcosa che l'...
Di più

La sorpresa di Pasqua

Da bimbi le “sorprese” ci appassionavano, perfino quelle, sempre un po’ deludenti, che si trovavano dentro le uova di pasqua! Chi è più giovane ama le sorprese, le cerca, le desidera… Più passano gli anni più diamo alla parola “sorpresa” un significato negativo: eventuali “sorprese” saranno solo grane… riteniamo quasi impossibili le sorprese positive. Tra adulti si dice spesso: “speriamo che oggi non ci siano sorprese!”. Il tema della “sorpresa” è centrale nella pasqua cristiana perché quella P...
Di più

Preoccuparsi della costruzione di un mondo migliore (Papa Francesco)

Simpatico questo papa, vero? Fa presa, piace, tutti lo citano… Chissà se tutti quelli che lo ammirano ne tessono le lodi stanno veramente ascoltando l’insegnamento di questo papa. Lo chiedo a noi cristiani, anche a me prete…In che direzione va la Chiesa di papa Francesco? Sicuramente va “fuori”, come dice sempre lui: “Ogni cristiano e ogni comunità discernerà quale sia il cammino che il Signore chiede, però tutti siamo invitati ad accettare questa chiamata: uscire dalla propria comodità e avere...
Di più

Terremoto di Pasqua

Tertulliano è un antico padre della chiesa (II secolo) che aveva, come noi, una domanda: “Cosa significa essere cristiani?” e rispondeva: “La risurrezione dei morti è la fede dei cristiani:credendo in essa siamo tali”. Ciò che qualifica la fede dei cristiani è la risurrezione dei morti con il loro corpo e non solo l’immortalità dell’anima! Credere nella risurrezione non significa gettarsi nell’immaginazione di un mondo di zombi più o meno carini, ma piuttosto prendere sul serio alcune certezze: ...
Di più

Mamma mia che cosa grossa siamo noi

Lo scrive Francesco Milli, un missionario francescano, fiorentino ex paracadutista, morto a 44 anni in Tanzania nel Natale del 1978, portato via da una forma violenta di malaria "perniciosa". Lo scrive da uomo di fede che vive in una zona del mondo segnata "dall’inequità che genera violenza", come dice papa Francesco, e da tanta povertà. In questo Natale di Gesù Cristo, mi fa pensare... Il Figlio di Dio viene nel mondo perché noi siamo "una cosa grossa", un affare serio, preziosissimi per Lui: ...
Di più

Quell’avarizia insaziabile che è idolatria

L’avarizia non è solo una questione di attaccamento ai soldi. È un modo di pensare e di agire che si insinua in tutti gli ambiti della vita. Indossando di volta in volta i panni dell'avidità, della cupidigia, dell'usura, della concupiscenza, della taccagneria o della grettezza, la struttura camaleontica dell'avarizia è tale che essa può addirittura assumere le sembianze della virtù. E’ il vizio che è cresciuto di più negli ultimi anni, ma ancora si fatica a chiamarlo "vizio". Eppure l’avaro di ...
Di più

Collocazione provvisoria

Don Tonino Bello, vescovo di Moffetta, morto il 20 aprile 1993 a soli 58 anni, scrive: "Nel Duomo vecchio di Moffetta c’è un grande crocifisso di terracotta L’ha donato, qualche anno fa, uno scultore del luogo. Il parroco, in attesa di sistemano definitivamente, l’ha addossato alla parete della sagrestia e vi ha apposto un cartoncino con la scritta. "collocazione provvisoria". La scritta che in un primo momento avevo scambiato come intitolazione dell’opera, mi è parsa provvidenzialmente ispira...
Di più

Educare: dare la risposta “Sbagliata”

Non pretendo certo che questa sia l’unica definizione di “educazione”. Si potrebbero individuare molteplici approcci a questo tema.Voglio solo condividere una riflessione emersa tra di noi, nei lavori iniziali di questo nuovo anno pastorale. Siamo partiti da un brano del libro biblico “Atti degli Apostoli” al capitolo terzo: Un giorno Pietro e Giovanni salivano al tempio per la preghiera verso le tre del pomeriggio. Qui di solito veniva portato un uomo, storpio fin dalla nascita e lo ponevano o...
Di più

Aspettare che le nostre anime ci raggiungano

Un esploratore bianco, ansioso di arrivare presto alla sua meta nel cuore dell’ Africa, pagava un salario extra affinché i suoi portatori andassero più velocemente. Per vari giorni i portatori affrettarono il passo. Un pomeriggio, tuttavia, si sedettero tutti per terra e depositarono i loro carichi, rifiutandosi di continuare. Qualunque somma di denaro fosse loro offerta, non si muovevano. Quando infine l’esploratore chiese una spiegazione per quel comportamento, ottenne questa risposta: «Siamo ...
Di più